La sicurezza sotto l’ombrellone

di Stefano Besana

scritto il

Puntuali come sempre, arrivano le attesissime vacanze estive, e cosa succede agli amati PC che rimangono a casa, in città al caldo, o ai portatili fidati che (quest’anno più che mai, a leggere i giornali) ci seguono in spiaggia?

Molti sono convinti che in questo periodo le minacce siano minori o che comunque non sia necessario tenere alta la guardia nei confronti di malware, SPAM e affini.

Niente di più sbagliato. È proprio in periodi vacanzieri che si sfruttano le occasioni più comuni per far cadere nelle trappole le utenze: non dimentichiamoci delle frodi pensate “ad hoc” per il Natale e casi simili.

Cosa fare dunque? Tutto e niente: in che senso? Nel senso che bisogna comportarsi come sempre:

  • Programmate scansioni per il PC: in modo da mantenerlo sempre pulito e ordinato e non avere problemi;
  • Se avete intenzione di partire per molto tempo, sistemate il vostro PC fisso per l’occasione: pulizia del disco, deframmentazione, punti di ripristino e scansioni di sicurezza;
  • Usate correttamente gli aggiornamenti: non dimenticate mai di aggiornare i vostri sistemi di sicurezza, un sistema non aggiornato è come una porta non chiusa a chiave, non ha nemmeno senso che esista..

I consigli, come vedete rimangono sempre gli stessi. La cosa importante è godersi le vacanze senza spiacevoli sorprese.

E come sempre (probabilmente il consiglio più importante): fate un uso consapevole dei vostri strumenti e non avrete nessun problema, che fuori piova, grandini o che ci siano 40 gradi all’ombra.

Non ci resta che augurarvi delle bellissime vacanze!

I Video di PMI

Video su Facebook: impariamo dai più bravi