Google ti avvisa in anticipo sulla pericolosità del sito

di Stefano Besana

scritto il

Della collaborazione del colosso di Mountain View con Stopbadware.org avevamo già accennato qualcosa.

Recenti analisi da parte del motore di ricerca più famoso del mondo hanno messo in evidenza come un’enorme quantità di pagine web siano potenzialmente dannose per le utenze.

La ricerca è stata condotta su 4,5 milioni di pagine e, di queste, oltre il 10% è risultato positivo ai test.

Spesso (ma non sempre) webmaster e curatori dei siti sono all’oscuro della presenza di determinato materiale all’interno delle loro pagine e (spessissimo) sono inconsapevoli dei danni che questo materiale possa arrecare a coloro che visitano il sito.

Ed è qui che entra in scena Google ponendosi come baluardo in difesa della sicurezza (e della privacy) delle utenze meno accorte.

L’avviso avviene in tempo reale: nel momento in cui cerchiamo qualcosa nel motore di ricerca, sotto al link con i vari risultati ci viene indicato se questi contengano o meno del materiale dannoso che possa arrecare danni alla nostra macchina.

La scritta che compare sotto ai risultati avvisa dunque l’utente del pericolo nel quale potrebbe incorrere: “Questo sito potrebbe arrecare danni al tuo computer”.

Se l’utente tenta comunque, inavvertitamente o meno, di entrare nel sito, Google rilascia un secondo avviso. L’utente anziché entrare nel sito si vede “dirottato” su una pagina che avvisa della pericolosità della pagina in oggetto e lascia all’utente la possibilità di scegliere se entrare (a suo rischio e pericolo) oppure ritornare alla ricerca.

Avviso StopBadware

Google inserisce anche un link per StopBadware.org in modo che sia possibile documentarsi sulla cosa.

Il sistema è stato aggiunto alle ricerche da un po’ di mesi e man mano che i siti vengono analizzati il sistema migliora e aggiunge pagine nella sua black list.

Ogni tanto può succedere qualche falso positivo, è successo anche a blog famosi e a siti puliti.

Un’iniziativa senza alcun dubbio intelligente che si pone in difesa delle utenze meno accorte che tendono a navigare senza prestare molta attenzione al contenuto delle pagine ma non solo.

Questa collaborazione porta risultati interessanti anche per coloro che pur avendo le protezioni adeguate e pur avendo l’attenzione adeguata possono rimanere comunque vittima di malware & co.

Un supporto a disposizione di tutti che avvisa senza dare troppo fastidio e lascia sempre e comunque, la possibilità di scegliere se rischiare o meno.