Notebook touchscreen senza crisi

di Carlo Lavalle

scritto il

I notebook touchscreen sembrano non risentire della crisi: sin dall’inizio dell’anno la scescita è stata netta e costante (+52% su base trimestrale), detenendo una fetta di mercato pari al 10% del comparto notebook , che invece è stato duramente compito dalla crisi (- 13% di vendite), soprattutto in Europa (-25%).

=> Leggi come la Cina stia guidando il mercato pc

Dopo il rilascio di Windows 8, tutti i principali produttori di pc hanno aggiunto almeno un computer touchscreen nella loro linea per dinamizzare il mercato, e il risultato è stato più che positivo.

Marchi come Asus, Intel, Lenovo e Acer mirano in questo modo ad un raddoppio delle vendite.

Resta comunque una significativa vittoria l’aver raggiunto il 10% degli acquirenti in una situazione di costante discesa dei prezzi dei computer portatili, e di grande attenzione da parte dei consumatori ai costi extra.

Si prevede che gli acquisti di laptop touch-enabled possano continuare a crescere, considerata anche la probabile ulteriore diminuzione dei prezzi.