Università in banda larga con REBUS

di Redazione PMI.it

scritto il

L'università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria ha scelto il progetto REBUS (Rete Broadband di Campus) di Cisco per dotarsi di una infrastruttura IT all'avanguardia

È toccato a Cisco Italy realizzare l’innovativo network fisso-mobile per interconnettere le diverse sedi dell’Ateneo di Reggio Calabria – da sempre all’avanguardia in tema di dotazione tecnologica – con una rete broadband in grado di coprire l’intero campus, offrendo servizi di connettività e accesso in banda larga.

Il progetto adottato – REBUS (Rete Broadband di Campus) – ha previsto l’implementazione di una rete a banda larga adatta a supportare protocolli e tecnologie di ultima generazione: QoS control, VPN/IPsec, Ipv6, multicast, videoconferenza e video streaming.

Le facoltà che compongono l’Ateneo sono quindi state interamente cablate e dotate di switch e router per una copertura broadband con velocità pari a 10 Gigabit al secondo.
A gestire l’intera rete è il CESIAT (Centro Informatico di Ateneo), a sua volta connesso al network GARR ? G, per garantire connettività per tutti gli utenti.

A completare il sistema di rete, un’infrastruttura wireless basta su tecnologia wi-fi. Presto, infatti, gli studenti potranno fruire di 40 nuovi hotspot.

Infine, per il futuro è ipotizzabile un ampliamento dei servizi garantiti da una copertura di rete così efficiente, spaziando dall’e-learning alla teledidattica.

«La collaborazione con l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria è un esempio molto calzante dell’approccio che Cisco ha nei confronti di enti, amministrazioni e istituzioni educative» ha dichiarato, in ultima analisi, Carlo Mirone, Direttore Operazioni del Mercato Pubblica Amministrazione di Cisco Italy.