Team Building, la maratona a staffetta

di Barbara Weisz

scritto il

La Milano City Marathon si rivolge alle imprese con le Corporate Relay, le staffette aziendali: fare squadra con la disciplina sportiva più antica

L’appuntamento è a Milano il 10 aprile del 2011. Anche il prossimo anno il capoluogo lombardo sarà teatro della “City Marathon” e, complice il successo registrato nell’edizione 2010 che ha visto l’esordio della formula a staffetta, l’iniziativa si ripete con uno spazio tutto dedicato alle aziende. Sono partite le iscrizioni riservate alle Corporate Relay, le staffette aziendali.

Un’occasione di team building che si basa su una delle discipline sportive più antiche e affascinanti del mondo, quella da cui sono nate le Olimpiadi nell’antica Grecia e che ancora oggi non solo resiste, ma riscontra un enorme successo a livello internazionale (valga per tutti l’esempio dell’irrinunciabile appuntamento con la maratona di New York).

La Milano City Marathon si corre su un percorso che parte dal polo fieristico di Rho-Pero e si conclude nella centralissima Piazza Castello e che è il più veloce d’Italia. L’appuntamento è naturalmente aperto a tutti (l’anno scorso hanno partecipato 7378 persone), ma la formula a staffetta consente di partecipare anche a chi non ha i 42,195 chilometri nelle gambe. E soprattutto, e qui sta la novità per le aziende, si propone anche come momento di team building: la prestazione individuale al servizio della squadra, lo spirito senza tempo di una disciplina storica che richiede sacrificio, forza di volontà, abnegazione.

La staffetta è composta da quattro persone, uomini e donne, che devono appartenere alla stessa azienda. Ognuno correrà una parte del percorso, che però non è diviso in parti uguali. Ci sono quattro frazioni di diversa lunghezza, in modo tale da consentire alla squadra di organizzarsi a seconda delle preferenze e delle caratteristiche dei concorrenti. La gara è del tutto amatoriale, ma alla fine comunque ci sarà un ordine d’arrivo ufficiale con i tempi impiegati da ciascun team.

I colleghi che formeranno le squadre, sempre nell’ottica del team buinding, condivideranno i mesi della preparazione, gli allenamenti, la concentrazione in vista della gara, l’emozione della vigilia. Le Corporate Relay potranno anche usufruire degli allenamenti settimanali di “Run for a fun”, che partiranno da febbraio, e pianificare il proprio programma di allenamenti utilizzando uno strumento innovativo, il Training System Online. Grazie alla collaborazione con la rivista Runner’s World, è anche disponibile uno SmartCoach, un sistema interattivo di allenameno gratuito rivolto agli atleti di ogni livello che potranno avere, in modo semplice e veloce, tabelle di allenamento personalizzate.

Infine anche quest’anno le Marathon Relay offriranno la possibilità di devolvere parte del ricavato delle iscrizioni a programmi di charity.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari