Vestirsi sul lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Tra gli elementi da non sottovalutare sul lavoro si trova il proprio abbigliamento, ecco le regole migliori per non sbagliare.

Ogni ambiente nasconde errori ed orrori, nati sopratutto per il vizio di mettere da parte elementi, senza poi una reale motivazione.

=> L’abito fa il manager: come migliorare il look 

Sul lavoro, ovviamente, si mettono avanti attenzione verso il lavoro, la qualità, il tempo, i rapporti con il capo e con i colleghi e tutti quegli elementi medio importanti, ma allo stesso tempo si mettono troppo spesso da parte elementi che potrebbero completare un lavoratore. Per quanto la perfezione non esista, un buon lavoratore deve essere completo almeno per avvicinarcisi, non basta un lavoro perfetto se poi si è distratti, disordinati o ritardatari, sono pochi però i lavoratori che fanno ricadere le proprie attenzioni su tutto e non solo su una parte di lavoro e di qualità.

In alcuni casi sarebbe meglio mettere da parte le liti con i colleghi e concentrarsi di più su se stessi, per evitare di perdere tempo prezioso utile per lapropria carriera. Ma come non pensare all’apparenza se si vuole fare successo, un’apparenza spesso discussa, cercata e ammirata ma allo stesso tempo anche scordata? Si pensa infatti che il lavoro e il proprio aspetto per andare al lavoro, non abbiano bisogno di troppa attenzione, ma proprio qui nasce l’errore. Questo non significa che l’apparenza sia tutto, ma al contrario vuole far comprendere quanto nel lavoro come nella vita, per disegnare il successo servono professionalità e attenzione verso tutto ciò che completa una persona e anche una figura professionale.

=> Manager, il look adatto aiuta nella carriera 

Un’attenzione per il proprio abbigliamento che però non deve essere confusa con finzione ed esagerazione, ma semplicemente significa non cadere in errori banali che rendono la propria figura ridicola e fuori luogo. Con gli anni ci si sta allontanando leggermente dall’idea dell’unicità del classico abbigliamento, ma di certo non ci si allontana dall’idea di un lavoratore professionale in atteggiamento e abbigliamento. In poche parole è fondamentale tenere sempre in mente la differenza tra lavoro, uscita con gli amici o serata elegante, ognuno ha il suo abbigliamento ed è essenziale tenerli sempre debitamente distanti.

I Video di PMI

ISEE, i modelli caso per caso