Decision making: quale ti somiglia?

di Chiara Basciano

scritto il

Vari stili utilizzati per cercare di arrivare ad una decisione utile per la vita lavorativa.

I manager che devono prendere delle decisioni lo fanno in base alla propria personalità, all’esperienza personale, alle persone con cui lavorano e a seconda del caso che si trovano ad affrontare.

=> Leggi l’analisi del decision making

In sintesi si possono individuare cinque stili di decision making. Il primo è quello autocratico, in cui il leader del gruppo risolve il problema utilizzando le informazioni che possiede. Egli non si consulta con nessuno e cerca informazioni in autonomia. Questo stile presuppone che il leader abbia informazioni sufficienti per esaminare tutte le opzioni e prendere una decisione efficace.

=> Scopri l’arte del decision making

Il secondo è basato sulla ricerca di informazioni che il leader effettua con il sostegno degli altri. In questo caso il manager accumula tutte le informazioni e prende una decisione. Il terzo tipo invece presuppone una consultazione. In questa circostanza il manager effettua ricerche insieme ai collaboratori e si consulta con loro per decidere che strada prendere. In questo caso possono crearsi più strategie di risoluzione. Per decidere che fare si può dare via ad un sondaggio, oppure è il leader a valutare la strategia migliore.

=> Vai al decision making di gruppo

Il quarto tipo è la negoziazione: il leader spiega la situazione al gruppo e fornisce le informazioni rilevanti. Insieme si cerca di conciliare le differenze e negoziare una soluzione che sia accettabile per tutte le parti. Infine si può creare una situazione per cui il leader non decide, ma ha un ruolo di facilitatore, in cui non cerca di influenzare l’idea del gruppo, collabora con esso ma non interviene nei processi di decision making. In questo caso deve essere pronto ad accettare qualsiasi soluzione proponga il gruppo.

I Video di PMI

Regime forfettario: guida ai requisiti