Nuovo lavoro e trappole da evitare

di Teresa Barone

scritto il

Ostentare saggezza oppure isolarsi dal gruppo: queste e altre trappole comuni a chi inizia un nuovo impegno professionale.

Entusiasmo, voglia di imparare, umiltà e predisposizione a incontrare nuove persone e ampliare la propria rete di contatti ma anche il bagaglio di conoscenze: ecco gli ingredienti da portare con sé quando si inizia un nuovo lavoro.

=> Sfide per giovani manager

Una nuova esperienza professionale, tuttavia, deve essere affrontata con attenzione e concentrazione, evitando di cadere in alcune trappole comuni che potrebbero compromettere il successo e la crescita in ambito lavorativo.

Mai iniziare una nuova esperienza portandosi dietro idee preconcette, illudendosi di conoscere alcune verità assolute ed evitando di conoscere al meglio il nuovo ambiente professionale, i propri responsabili e i colleghi con i quali si condividono spazi e progetti.

Altrettanta cautela deve essere usata, inoltre, nel proporre immediatamente migliorie e novità, rischiando di essere percepito come un soggetto presuntuoso e ingenuo da parte dei supervisori. Meglio osservare e imparare ogni giorno, cercando di non ostentare sapienza.

=> Attenzione al primo giorno di lavoro 

Per chi ha un carattere particolarmente introverso, infine, il rischio è quello di isolarsi e non riuscire a integrarsi al meglio nel gruppo di colleghi. Lasciarsi andare e cercare di comunicare fin da subito, invece, potrebbe rivelarsi la strategia giusta anche per individuare uno o più colleghi dai quali imparare e ai quali potersi rivolgere in caso di necessità.