Prima del licenziamento

di Teresa Barone

scritto il

Mai licenziare un dipendente per scarso rendimento senza averle provate tutte.

La decisione di licenziare un dipendente che non rende come dovrebbe non è mai facile da prendere e costringe ad ammettere iniziali errori di valutazione.

=> La tempistica del licenziamento disciplinare

Prima di comunicare definitivamente il licenziamento al lavoratore è fondamentale ponderare bene la scelta, evitando di cerare un clima di scontento tra i collaboratori minando al rendimento dell’intero team.

Da valutare al meglio, ad esempio, sono le motivazioni che hanno portato il calo del rendimento e delle prestazioni del dipendente, indagando sulle possibili cause che esulano dal suo operato e dai suoi sforzi, assicurandosi di aver inviato adeguati feedback e segnalazioni periodiche.

Da prendere in considerazione, inoltre, è la possibilità di adibire il lavoratore ad altre mansioni in linea con le sue competenze e attitudini.

Indipendentemente dalle motivazioni del calo prestazionale è doveroso attivare programmi di miglioramento volti a potenziare le performance del dipendente allontanando l’ipotesi di sostituzione, tenendo anche conto dei costi e del tempo necessario per avviare una nuova campagna di selezione.

Qualora la decisione di licenziare il dipendente sia inevitabile, aver messo in atto iniziative di supporto e sostengo  gioverà alla motivazione degli altri collaboratori, che avranno percepito la corretta gestione basata sul rispetto e sull’equità.

Fonte immagine: Shutterstock