Il galateo sul lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Nel lavoro serve anche rispetto ed educazione, ecco le regole principali per vivere bene in ufficio.

I colleghi sono imprevedibili e non è da meno neanche il capo, la pazienza spesso finisce e lo stress prende il sopravento, per riuscire a convinvere al meglio serve soprattutto educazione.

Indipendenza sul lavoro

Le regole utili per evitare discussioni e scontri continui si basano principalmente sul rispetto verso e gli altri, anche perché le peggiori abitudini che si hanno in ufficio sono facilmente rimediabili, basterebbe pensare a ciò che può dar fastidio a se stessi per non farlo poi con gli altri. Ad esempio quando ci si trova sul posto di lavoro può capitare più di una volta di ricevere chiamate di lavoro, ovviamente si risponde, ma come? purtroppo spesso con un tono di voce elevato e inadeguato. Alzare la voce è un abitudine che disturba ovviamente chi ci sta intorno, ma anche altre abitudini che apparentemente danno poco fastidio, creano non poco disturbo agli altri colleghi. Tra queste fare un attività non inerente al lavoro, come completare un cruciverba o qualsiasi altra cosa, mentre gli altri sono carichi di lavoro. Ciò non significa dover lavorare per forza quando non si può, ma evitare di fare attività troppo evidenti e perché no, potrebbe essere una scelta migliore, andare a prendere un caffè fuori.

I peggiori tipi di capi

Infine si trova la troppa negatività e recarsi al lavoro malati. Nel primo caso si parla di quelle persone che in qualsiasi caso hanno sempre pronta la frase scoraggiante, dove sul lavoro dove la situazione è già stancante e stressante di certo non è una buona caratteristica. Infine cominciare a capire che qualche giorno di malattia non fa male a nessuno, se ci si reca al lavoro con forte tosse e raffreddore, si mette a rischio anche la salute di tutto l’ufficio.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari