Combattere i colleghi

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Tipologie di colleghi sul lavoro, ecco i peggiori.

I colleghi sono uno tra i tanti elementi che rendono migliore oppure peggiore il lavoro, ecco allora le varie tipologie.

I tipi di dipendenti da licenziare

Ognuno ha il suo carattere e spesso non si riesce a trovare un punto d’incontro con tutte le persone che si conoscono, soprattutto sul lavoro che la situazione è ancora più complessa e delicata. Sul lavoro si cerca il benessere e per questo si tende ad allontanare alcune specifiche categorie di colleghi, che aumentano lo stress e la stanchezza. Nello specifico si parla dei pessimisti, i logorroici, i catastrofici e non solo, ma per capire meglio di cosa si parla bisogna analizzarli uno per uno. I negativi, descritti già in parte dal nome, sono coloro che vedono il futuro solo nero e che stroncano sul nascere ogni possibilità di crescita e cambiamento, appesantendo non solo se stessi ma tutti i colleghi intorno. Si passa poi a coloro che il loro tempo lo dedicano alle lamentele, per loro non va mai bene nulla, spesso affiancati dai catastrofisti dove ogni problema viene accentuato in maniera troppo esagerata ed inutile.

Il galateo sul lavoro

Non mancano anche coloro che infastidiscono anche nel caso in cui non si da loro confidenza, tra questi si trovano infatti i logorroici che riescono a parlare per parecchi minuti anche dopo un semplice e fugace saluto. Nella stessa categoria si trovano i giullari, amano gli scherzi, le battute e l’eccessiva simpatia,che simpatia non è più, infatti con il tempo quasi tutti cercano di evitarli. Ma non mancano anche gli invincibile coloro che non sono mai stanci, mai arrabbiati, mai stressati e mai in ritardo con il lavoro, non si fermano mai lavorano giorno e notte, infatti tendono ad infastidire per la troppa perfezione e la poca disponibilità con gli altri. Ed infine i peggiori, spesso travestiti da colleghi amiconi e disponibili, nonché le spie che ficcano sempre il naso nei fatti altrui, alimentano pettegolezzi e spesso sono pronti a riferire il tutto ad altri colleghi o nel peggiore dei casi al proprio datore di lavoro.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!