Email di lavoro senza emoticons

di Teresa Barone

scritto il

Mai abusare delle emoji nelle comunicazioni professionali: a rischio credibilita? e autorevolezza.

L’utilizzo di emoticons nel testo di un’email può creare un clima informale e rendere meno traumatico un feedback negativo, tuttavia un recente studio sembra negare ogni effetto positivo delle ormai note “faccine” inserite nelle comunicazioni scritte inerenti il lavoro.

=> Leggi quando conviene inviare le email

La ricerca “The dark side of a smiley” pubblicata sulla rivista Social Psychological and Personality Science, infatti, sottolinea come le emoticons nelle email di lavoro possano influire negativamente sulla comprensione del testo e compromettere l’efficacia del messaggio veicolato.

Gli effetti prodotti dalle comuni emoji sono tutt’altro che positivi: i destinatari non percepiscono l’autorevolezza del mittente, sono portati a considerarlo poco competente e sono meno propensi a condividere i contenuti, ma a subire conseguenze negative è la prima impressione che non trae alcun beneficio dall’uso di smiley e altri simboli, contrariamente a quanto accade nella comunicazione faccia a faccia.

Uno smiley non è assimilabile a un sorriso, almeno in ambito professionale e nella comunicazione informatizzata, come sottolineano i ricercatori nell’abstract della ricerca.

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!