Una nuova era della CSR in Europa

di Carlo Lavalle

scritto il

L'Europa davanti ai processi di trasformazione globale rafforza al suo interno il sistema della Responsabilità sociale d'impresa

La Commissione Europea ha convocato il 29-30 novembre scorsi una sessione plenaria di “European Multistakeholder Forum on CSR” per fare il punto sul tema della Responsabilità sociale d’impresa nell’Unione europea. I partecipanti – imprese, sindacati, investitori, Ong, accademici e rappresentanti governativi – si sono scambiati le loro opinioni in vista della pubblicazione della III comunicazione sulla CSR prevista per il 2011.

L’obiettivo della CE è quello di «rendere l’Europa un polo di eccellenza nella RSI», nell’ambito di una strategia che tende a realizzare una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. A livello europeo e mondiale molte imprese riconoscono che la sostenibilità e la responsabilità sono ormai presupposti indispensabili per il raggiungimento di stabilità e sviluppo nel sistema economico.

Crisi finanziaria e climatica combinata ai processi di globalizzazione in atto hanno determinato profondi cambiamenti cosicché nei prossimi anni è probabile che gli odierni modelli di vita, lavoro, apprendimento, consumo e condivisione delle risorse saranno sempre più in discussione.

Per affrontare le sfide poste dalla crescente pressione sociale, economica e ambientale il rafforzamento della CSR e della collaborazione tra istituzioni, società civile e aziende è considerato fattore cruciale in grado di garantire l’avvenire della comunità umana e delle imprese.

È convinzione diffusa in Europa che un atteggiamento socialmente responsabile assunto dal mondo imprenditoriale contribuisca per un verso alla creazione di opportunità di mercato e all’incremento della fiducia, per l’altro a sostenere l’immagine dell’azienda e la sua riuscita economica redditività.

Su questa base nel 2006 la CE, in collaborazione con CSR Europe, BUSINESSEUROPE e UEAPME, ha costituito l’Alleanza europea per la RSI (European Alliance on CSR). Nell’ottobre 2010 è stata, inoltre, tenuta a battesimo l’iniziativa Enterprise 2020 per rilanciare l’idea di una impresa che opera con profitto ma capace di integrare responsabilità e trasparenza, alla continua ricerca di soluzioni condivise con le parti coinvolte nella direzione di una società informata a criteri di intelligenza, sostenibilità e inclusività.

Passaggi che indicano l’intenzione dell’Unione europea di stabilire una «nuova era della CSR» per costruire un’economia fondata su «mercati con una coscienza», secondo l’icastica definizione del Presidente della CE José Manuel Barroso.

I Video di PMI

Partite IVA dipendenti