Business travel: per i manager solo trasferte brevi

di Teresa Barone

scritto il

I businessman italiani preferiscono le trasferte di lavoro in patria, soprattutto in Lombardia: in Europa invece, la Francia è la meta più richiesta.

Il business travel non conosce crisi, con sempre più manager costretti a spostarsi per intraprendere viaggi d’affari percorrendo distanze più o meno lunghe. I businessman italiani, tuttavia, preferiscono spostarsi lungo il territorio nazionale scegliendo destinazioni vicine, optando per trasferte brevi e possibilmente in patria.

Le preferenze dei manager nazionali in materia di viaggi di lavoro sono state svelate da un’indagine condotta dall’istituto di ricerche di mercato Gfk, commissionata da Hrs.com  – il portale specializzato nella prenotazione di hotel – e condotta monitorando le abitudini di campione di mille professionisti.

I viaggiatori business non sembrano amare troppo le tratte lunghe, forse anche perché la crisi economica porta a una contrazione delle trasferte: il 58% degli intervistati, infatti, ha ammesso di prediligere gli spostamenti per lavoro a corto raggio, preferibilmente verso mete dislocate nelle Regioni del Nord Italia. In cima alle preferenze dei manager nostrani figura la Lombardia, indicata dal 45% dei partecipanti all’indagine come destinazione più ambita, seguita dal Lazio (con il 29% dei voti), dalla Toscana (20%), dall’Emilia Romagna (19%), dal Piemonte e dal Veneto, rispettivamente scelte dal 19% e 17% dei professionisti.

Poco gettonate, invece, sono alcune regioni del Sud con la Basilicata in fondo alla classifica, sebbene non sembrano essere particolarmente attrattive neanche il Molise, la Valle d’Aosta e il Trentino Alto Adige, con solo il 4% delle preferenze. Dando invece uno sguardo alle mete oltralpe, al primo posto compare la Francia, menzionata dal 24% dei dirigenti, seguita dalla Germania con il 23% di consensi. Meno allettanti agli occhi dei business traveller sono invece Spagna, Svizzera e Regno Unito.

Cosa pensano i manager italiani delle mete di lavoro extra europee? Non stupirà apprendere che gli USA rappresentano la destinazione favorita del 12% degli intervistati, tuttavia anche i viaggi in Asia stanno guadagnando maggiore terreno, anche se attualmente rimangono una scelta d’elite.