CEO Lenovo: bonus extra diviso tra i dipendenti

di Teresa Barone

scritto il

L?AD di Lenovo Yang Yuanqing rinuncia al suo bonus extra dividendolo tra i dipendenti: per un mese, salario quasi raddoppiato per 10mila lavoratori.

Il presidente e amministratore delegato di Lenovo, Yang Yuanqing, è stato protagonista di un’azione tanto insolita quanto altruista a favore dei 10mila dipendenti dell’azienda cinese produttrice di computer: dopo aver ottenuto un bonus maggiorato rispetto all’anno precedente, il CEO ha infatti deciso spontaneamente di dividere l’importo in surplus e distribuirlo in parti uguali ai lavoratori operativi nell’ex divisione PC di IBM.

Un gesto che capita raramente di veder compiere a un chief executive officer leader di una grande azienda come Lenovo, soprattutto in tempo di crisi economica e di tagli alle retribuzioni manageriali e ai bonus annui che solitamente confluiscono nel conto in banca delle figure dirigenziali. Yuanqing, invece, non ci ha pensato due volte e piuttosto che intascare interamente il premio concesso dalla sua azienda come incentivo per gli ottimi risultati ottenuti, ha optato per la divisione della somma a beneficio dei dipendenti.

La cifra che andrà a premiare il lavoro e la fiducia dei lavoratori è pari a 3 milioni di dollari complessivi, importo che corrisponde al denaro ricevuto in più come premio per aver determinato un aumento dei profitti del 73% nell’ultimo anno: a questa somma si devono aggiungere altri 5,2 milioni di dollari (il bonus ordinario) e un compenso di 14 milioni di dollari. I 10mila dipendenti riceveranno quindi 2 mila yuan ciascuno, che corrispondono a poco meno di un mese di salario come operai all’interno di un impianto di produzione. Stando ai dati resi noti dall’Organizzazione non profit Fair Labor Association, infatti, la paga base dei lavoratori in una fabbrica nel distretto hi-tech di Shenzhen è pari a di 1800 yuan mensili, cifra che può comunque crescere fino a 2200 yuan.

L’iniziativa poco comune portata avanti da Yuanqing sta facendo molto parlare, scaturendo consensi e favorendo il confronto con altre realtà aziendali: è stato lo stesso CEO, nel 2005, a condurre l’acquisizione della divisione personal computer di IBM da parte della cinese Lenovo, portando in seguito l’azienda all’espansione nei mercati internazionali, facendola diventare il quarto produttore al mondo di tablet.

Un’ultima curiosità: la comunicazione di Yuanqing ai dipendenti volta ad annunciare una busta paga più ricca, almeno questa volta, è arrivata via email.