Apple e Google pronte ad acquisire i brevetti Kodak

di Andrea Barbieri Carones

scritto il

Apple e Google sarebbero pronte a mettere sul piatto 500 milioni di dollari per acquisire 1100 brevetti di Kodak.

Dalla California arriva una possibilità di salvezza per Kodak, l’azienda fra i principali produttori di apparecchiature e supporti per immagine analogica e digitale fondata 120 anni fa e a un passo dalla bancarotta.

Sono stati nientemento che i vertici di Google e di Apple a puntare a un’acquisizione congiunta della tecnologia della multinazionale con sede dall’altra parte degli Stati Uniti, nello Stato di New York. Larry Page, Segrey Brin e Tim Cook sarebbero infatti pronti a mettere mano al portafoglio e accaparrarsi per 500 milioni di dollari i brevetti Eastman Kodak, con circa 1.100 tecnologie registrate.

=> LEGGI Kodak, arriva la richiesta di bancarotta assistita

L’operazione avrebbe 3 principali risvolti: da un lato Google e Apple entrerebbero nel settore della fotografia e dall’altro effettuerebbero una sorta di alleanza in questo campo dopo essere stati per anni al limite fra il nemico e il rivale nelle tecnologie mobili e di internet. Senza contare che la società con sede a Rochester potrebbe continuare a esistere e, con essa, i suoi oltre 17mila dipendenti sparsi per il mondo.

I brevetti che entrerebbero nelle mani dei due colossi californiani riguardano soprattutto la cattura, la manipolazione e la condivisione di immagini digitali. Anche se nulla è stato ufficialmente confermato, il sito statunitense Bloomberg ha riferito che “le due aziende, che competono nel tentativo di dominare il mercato degli smartphone, si sono unite dopo avere preso parte a consorzi separati la scorsa estate per comprare i 1.100 brevetti di Kodak“. Secondo il portale finanziario, queste sinergie tra grandi nomi volti all’acquisto di brevetti permettono di neutralizzare potenziali cause legali.

=> LEGGI La sede europea di Kodak non rientra nel Chapter 11

Dal canto suo, la compagnia fondata nel 1892 da George Eastman ha  l’impellenza di vendere i brevetti per almeno mezzo miliardo di dollari. In estate era così iniziata un’asta tra i due acquirenti che, per il timore che il prezzo arrivasse troppo in alto, hanno deciso di mettersi d’accordo e dividersi la torta a metà. Se la cifra che verrà incassata fosse questa, rappresenterebbe comunque una piccola parte dei debiti contratti da Kodak che ammonterebbero a 6,75 miliardi di dollari.