Rimborsi del lavoro occasionale: le novità

di Teresa Barone

scritto il

Nessuna ritenuta sulle prestazioni di lavoro autonomo occasionale se è previsto il solo rimorso spese: le novità rese note dalle Entrate.

Non sono previste ritenute sui rimborsi spese per il lavoro autonomo occasionale: una semplificazione fiscale voluta dall’Agenzia delle Entrate e resa nota attraverso la risoluzione n. 49/E del 2013.

=> Scopri le nuove detrazioni per i figli a carico

Secondo quanto affermato dalle Entrate, infatti, non è necessario assoggettare a ritenuta alla fonte l’indennizzo concesso per il rimborso delle spese da parte del committente se strettamente indispensabili per l’esecuzione di una prestazione nell’ambito del lavoro autonomo occasionale.

L’Agenzia ricorda, inoltre, come i redditi relativi al lavoro autonomo non abituale abbiano carattere occasionale e pertanto esiste un «collegamento specifico tra compenso e spesa sostenuta per conseguirlo, in quanto deducibile nel periodo di imposta in cui sono percepiti i compensi cui dette spese si riferiscono in modo specifico.»

l reddito generato dallo svolgimento di una prestazione di lavoro autonomo occasionale che si basa solo sul rimborso delle spese sostenute è in pratica equivalente a zero, pertanto il committente non deve avere l’obbligo di versare la ritenuta alla fonte (si parla di spese di viaggio, vitto alloggio strettamente necessarie per lo svolgimento della prestazione stessa).

=> Leggi i consigli per gestire il controllo sui conti correnti

Allo stesso tempo, il lavoratore non è tenuto a riportare queste spese nella propria dichiarazione dei redditi.

I Video di PMI