Mutui più trasparenti: lo impone la UE

di Teresa Barone

scritto il

La nuova direttiva UE sull?obbligo di trasparenza e chiarezza nei confronti di chi richiede un mutuo.

Dalla UE arriva l’approvazione definitiva delle nuove norme volte a tutelare i consumatori assicurando maggiore trasparenza nella gestione dei mutui, garantendo informazioni chiare nei confronti di coloro che chiedono un finanziamento per l’acquisto di un immobile.

=> Scopri come funziona Plafond Casa

Informazioni pre-contrattuali sui costi ma anche sulle conseguenze in caso di indebitamento, così come maggiore protezione in caso di difficoltà tenendo conto anche dell’instabilità del mercato immobiliare: la  nuova direttiva dell’Unione Europea si basa su una pluralità di principi che saranno messi in pratica in tutti gli Stati membri entro due anni.

La notizia arriva in concomitanza con il report relativo alla seconda metà del 2013 e stilato da Mutuisupermarket e Crif: il bollettino trimestrale informa sulla progressiva riduzione delle erogazioni di mutui, anche se in misura minore rispetto al 2012. Se le concessioni sono calate dell’8%, a crescere è invece la domanda di finanziamenti che nel secondo semestre del 2013 ha subito un leggero rialzo.

=> Leggi i consigli per ottenere un mutuo

Entrando più nel dettaglio delle cifre, a far salire il numero delle richieste di mutui sono stati prevalentemente gli appartenenti alla fascia di età compresa tra 36 e 55 anni, specialmente se lavoratori autonomi (si fa riferimento a questa categoria per il 12% del totale delle richieste inoltrate nel quarto trimestre 2013).