Licenziamento per assenteismo tattico

di Teresa Barone

scritto il

Si può licenziare un dipendente reo di ?assenteismo tattico? anche se non viene superato il periodo di comporto.

Il dipendente che accumula un numero notevole di assenze dal lavoro può essere licenziato anche se non oltrepassa i limiti del “periodo di comporto“.

=> Scopri tutta la normativa sui licenziamenti

Il licenziamento, infatti, può essere deciso dal datore di lavoro anche nel caso in cui le assenze siano “programmate”, risultato di giorni di ferie, malattia e riposi.

La Corte di Cassazione, infatti, ha giudicato legittimo il licenziamento di un lavoratore reo di aver messo in pratica quello che da oggi può essere chiamato ufficialmente “assenteismo tattico“.

Nello specifico, il dipendente protagonista della sentenza era solito unire i giorni di ferie alle giornate di riposo o malattia, accumulando circa 530 ore di assenza in un anno e creando non poco malcontento in ufficio, colleghi compresi.

=> Leggi perché insultare il dirigente non porta al licenziamento

Un comportamento che, secondo la Suprema Corte, ha avuto come conseguenza anche il calo del rendimento e della produttività del dipendente.

 

I Video di PMI

ISEE, i modelli caso per caso