Deduzioni Irpef per l’acquisto di case da affittare

di Teresa Barone

scritto il

Deduzione del reddito Irpef pari al 20%, e non superiore a 300 mila euro, per chi acquista o costruisce un immobile da concedere in affitto.

Chi decide di acquistare un immobile residenziale da affittare per un periodo non inferiore a otto anni può beneficiare di una deduzione dal reddito Irpef pari al 20%: lo stabilisce il Decreto Sblocca Italia approvato lo scorso agosto e pubblicato in GU il 12 settembre 2014.

=> Scopri quali sono le penali sui mutui estinti in anticipo

L’agevolazione è destinata, come precisa l’articolo 21 del Decreto, alle persone fisiche che non siano esercenti di attività commerciali e, inoltre, che non abbiano rapporti di parentela con gli inquilini (entro il primo grado).

La deduzione Irpef  è valida sia per l’acquisto sia per la costruzione di immobili (nuovi o sottoposti a interventi di ristrutturazione edilizia), purché siano affittati entro sei mesi con canone “libero”. L’investimento, inoltre, deve essere effettuato dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2017.

=> Leggi perché conviene acquistare casa all’estero

La detrazione concessa è pari al 20% del prezzo d’acquisto come indicato nell’atto di compravendita (oppure delle spese di costruzione certificate dall’impresa edile che esegue i lavori), tuttavia non può superare il tetto massimo di 300 mila euro.