Top manager AgID: sede vacante

di Redazione PMI.it

scritto il

Chi sostituirà Alessandra Poggiani alla direzione dell?AgID? L?avviso pubblico e il commento di Federmanager.

Il Direttore Generale dell’Agenzia per l’Innovazione Digitale Alessandra Poggiani ha lasciato il suo incarico e il Ministero della Pubblica Amministrazione cerca un successore.

=> Decaduti 800 dirigenti Agenzia delle Entrate

È stato infatti pubblicato online l’avviso pubblico, siglato dal Ministro Marianna Madia, che apre la selezione per il nuovo direttore dell’AgID, un incarico dirigenziale che spetterà a chi:

«sarà individuato tra i candidati che presentino una particolare e comprovata qualificazione professionale in materia di innovazione tecnologica e in possesso di una documentata esperienza di elevato livello nella gestione di processi di innovazione.»

Così si legge nell’avviso ministeriale, che illustra nel dettaglio le modalità per inviare le candidature:

«Coloro che intendono candidarsi possono presentare la propria istanza di conferimento del suddetto incarico entro le ore 13 del 13 aprile 2015 al seguente indirizzo mai1 candidature@governo.it. Le suddette istanze, oltre a contenere i dati anagrafici, titoli di studio e curriculurm vitae predisposto secondo il modello europeo completo di clausola di autorizzazione al trattamento dei dati in esso contenuti, dovranno riportare una sintetica descrizione delle linee programmatiche sull’espletamento dell’incarico per il quale si manifesta interesse e ad esse deve essere allegata copia di un valido documento d’identità.»

Le dimissioni della Poggiani sono state commentate dal Presidente di Federmanager, Giorgio Ambrogioni il quale sottolinea come il rischio sia quello di ritardare ulteriormente l’attuazione dei progetti indispensabili per modernizzare il Paese, puntualizzando che:

«Il tema dell’innovazione tecnologica e di processo, essenziale ai fini della effettiva digitalizzazione del nostro Paese, venga finalmente inteso come la vera priorità per il Governo e come elemento abilitante e trasversale rispetto alle riforme messe in campo da Renzi.»

=> Vigilanza RAI: nuove richieste alla dirigenza

Federmanager, inoltre, afferma di essere disposta a candidare un proprio manager certificato per:

«Assumere la responsabilità di indirizzo e gestione di una organizzazione idonea a dare attuazione ai programmi che la Società civile, il Sistema produttivo e la PA attendono ormai da troppo tempo.»