Dirigenti PA selezionati per merito

di Teresa Barone

scritto il

Il Ministro Madia sottolinea la necessità di selezionare i dirigenti pubblici con metodi meritocratici.

Si torna a parlare di Riforma della Pubblica Amministrazione e di rinnovamento della dirigenza pubblica, soprattutto per quanto riguarda i criteri di nomina dei manager della PA.

=> I dirigenti promuovono la Riforma Madia

Intervenendo nel corso di un convegno all’Università Bocconi di Milano (“La PA che vogliamo. Persone e riforme: la passione di servire il pubblico”), il Ministro Marianna Madia ha sottolineato l’abolizione delle cosiddette carriere automatiche, a vantaggio di una selezione basata sulla verifica delle competenze e delle reali necessità degli enti pubblici.

=> Cosa rischia il dirigente statale che non licenzia?

«Bisogna ripensare il metodo di reclutamento dei dirigenti della PA che deve essere indipendenti dalla politica e i dirigenti devono essere selezionati con metodi meritocratici».

Queste le parole del Ministro Madia, la quale sottolinea la necessità che l’incarico concesso al dirigente corrisponda a determinati obiettivi evitando ogni automatismo, anche per quanto riguarda la stessa durata dell’incarico.

=> PA: stretta su statali inoperosi e dirigenti