Cida: summit su pensioni dirigenti

di Teresa Barone

scritto il

La Cida annuncia un tavolo di confronto in tema di pensioni tra manager, mondo medico, diplomatico e magistratura.

La classe dirigente nazionale ha bisogno di una voce unitaria, soprattutto in materia di pensioni: lo sottolinea la Cida, con il presidente Giorgio Ambrogioni, nel corso del convegno “Pensioni: cantiere aperto per recuperare equità” promosso a Bologna da Federmanager.

=> Cida: pensionamenti flessibili e staffetta generazionale

Intervistato da Labitalia, Ambrogioni ribadisce la necessità di difendere i diritti della categoria manageriale e maturare proposte in tema di trattamenti pensionistici a 360 gradi, obiettivo del tavolo di confronto creato grazie alla partecipazione delle federazioni dei manager, del mondo della magistratura, il comparto dei diplomatici e quello medico:

«Abbiamo così messo insieme attorno a un tema rilevantissimo gran parte della classe dirigente del Paese. E questo non per assumere atteggiamenti corporativi, ma per difendere legittimamente diritti acquisiti e per fare proposte a tutto campo che riguardano sia i pensionati sia i giovani, e che garantiscano l’equità dei conti pubblici.»

=> Pensione anticipata: privilegi per i dirigenti