Tratto dallo speciale:

Obbligo Green Pass, guida per autonomi e professionisti

di Barbara Weisz

scritto il

Guida agli obblighi sul Green Pass per autonomi e professionisti in contesti di lavoro: regole e responsabilità, clienti e fornitori, controlli e sanzioni.

I lavoratori dipendenti vengono controllati in ufficio, azienda, studio o negozio, mentre per gli autonomi senza superiori hsnno il solo obbligo di possedere il Green Pass per lavorare, soggetti ad eventuali ispezioni da parte delle forse dell’ordine nei soli contesti di attività svolte in luogo pubblico. Il decreto 127/2021 stabilisce che la Certificazione Verde Covid-19 sia necessaria per svolgere qualsiasi attività lavorativa autonoma o professionale, svolta anche in contesti domestici e persino per svolgere formazione e volontariato, con l’unica esenzione per gli utenti finali. Dunque, dall’idraulico al tassista, dall’artigiano al titolare di una ditta individuale, tutti devono essere muniti di Green Pass. Ed, eventualmente, esibirlo in caso di richiesta.

=> Linee Guida Green Pass per datori di lavoro e FAQ

Autisti e servizi alla persona

Il cliente che riceve una prestazione professionale, ha il diritto a chiederlo ma non è tenuto a controllare il Green Pass del prestatore di servizio di cui si avvale: lo sottolinea un chiarimento del Governo, nelle apposite FAQ e riferito in particolare al caso dei tassisti o autisti di vetture a noleggio con conducente. Altro esempio: parrucchieri, estetisti e altri operatori del settore dei servizi alla persona devono controllare il pass dei clienti e viceversa? «Il titolare dell’attività deve controllare il pass dei propri eventuali dipendenti  ma non deve richiederlo ai clienti, né questi ultimi sono tenuti a chiederlo a chi svolge l’attività lavorativa».

=> Green Pass: Guida ai controlli per studi e imprese

Professionisti e artigiani

La regola è la seguente anche negli studi professionali e artigiani il cliente non è mai tenuto a esibire il Green Pass, con l’eccezione di specifici ambiti nei quali è richiesto per legge (ristoranti, discoteche). L’eventuale personale dello studio o del laboratorio, invece, deve possedere la Certificazione.

Servizi a domiclio e all’aperto

I lavoratori autonomi devono sempre avere il green pass nell’esercizio delle funzioni, anche se non hanno sede di lavoro fisica ma si recano a domicilio presso clienti privati. Anche se la sede in cui si presta servizio è all’aperto, come nel caso di ambulanti e commercianti su aree pubbliche. Solo nel caso in cui il professionista si rechi presso un’azienda cliente o da un fornitore dovrà esibire esibire il Green Pass all’ingresso.

=> Esenzione Green Pass: come ottenere la certificazione

Responsabilità, sanzioni, esenzioni

Tutti i lavoratori autonomi sono responsabili nel caso in cui vengano trovati, in sede di controllo da parte delle forze dell’ordine, senza Green Pass. La sanzione va dai 600 ai 1.500 euro.

Di contro, anche per autonomi e professionisti valgono le regole generali sulle esenzioni: non hanno obbligo di Certificazione Verde coloro che non possono vaccinarsi e coloro che sono in attesa del rilascio del pass, avendone diritto. In questi casi, a a fronte di una ispezione, si può esibire il certificato di vaccinazione o di avvenuto tampone, o comunque la documentazione relativa al proprio caso.