Professionisti ad interim, svolta lavorativa?

di Serena Frattini

scritto il

Qualsiasi società può trovare chi ha bisogno, quando ne ha bisogno; verso il cambiamento

Non bastava che operai, impiegati e più in generale lavoratori poco qualificati faticassero a trovare una posizione lavorativa stabile, ora sembra che anche la necessità di manager “in affitto” sia esplosa con tanto di eco negli Stati Uniti.

Ebbene si, la moda di assumere ad interim dirigenti, manger, amministratori delegati sembra che negli USA abbia preso piede. Basta un momento di crisi, un lancio di un nuovo prodotto, una partenza improvvisa o un’esigenza fuori programma e parte la richiesta di una figura professionale in prestito.

Proprio sulla scia di questa nuova tendenza sono nate agenzie interinali per tutti coloro che necessitano di talenti just in time, una fra tutte la Business Talent Group che offre un vasto range, da professionisti a figure meno specializzate, rigorosamente a tempo determinato.

Più di 2000 i talenti free lance a disposizione delle compagnie richiedenti, 5 i giorni necessari per la consegna direttamente alla vostra azienda e il gioco è fatto. I nuovi manager liberi professionisti scelgono così una carriera fuori dai canoni usuali, mettendo a disposizione la loro esperienza a favore di diverse compagnie. Ma cosa spingerebbe un dirigente ad accettare un posto a breve scadenza quando potrebbe assicurarsi un futuro solido?

Per alcuni potrebbe essere uno stimolo, una sfida, un’esperienza da aggiungere al proprio curriculum, per altri un’opportunità di cambiare lavoro; più di un quarto dei dirigenti assunti ad interim, infatti, viene poi assunto a tempo indeterminato. Questa modalità permette alle aziende di eliminare il periodo della ricerca che, spesso, può non risolversi in tempi brevi; inoltre la figura professionale offerta risponde esattamente alle esigenze richieste con in più l’obbiettività e la freschezza di un occhio esterno, evitando eventuali scomodi conflitti interni.

Anche in Italia comincia a prendere piede questa nuova modalità lavorativa proposta da aziende come VVR Verto Value Regeneration, e chissà che in un momento come questo, in cui contratti a tempo indeterminato sembrano essere in via di estinzione, il libero professionista diventi una realtà di tutti i settori, capace magari di stravolgere in maniera inaspettatamente positiva il mercato del lavoro. L’utilizzo di risorse free lance permette alle aziende di diminuire i costi e ai lavoratori di diversificare la propria esperienza lavorativa, ampliando il punto di vista, il raggio d’azione e le proprie conoscenze.

I Video di PMI