Manager: l’importanza di una vita privata soddisfacente

di Floriana Giambarresi

scritto il

Da Accenture proviene una ricerca volta a quei manager che desiderano sapere come conciliare carriera e vita privata. Ecco la ricetta.

Per un manager, trovare un equilibrio perfetto tra carriera e vita privata non è cosa semplice, anzi è divenuta una prorità sempre più importante. È quanto conferma una nuova ricerca condotta da Accenture su oltre 4 mila manager di 33 Paesi, denominata “Definire il successo, a modo tuo”.

=> Leggi del manager in cerca di equilibrio

Emerge con la ricerca una necessità di conciliare la carriera e la vita privata, seguita dalla carriera, dallo stipendio, riconoscimento e autonomia. Per i manager, avere una vita privata soddisfacente è così importante tanto da indurre loro a scartare alcune possibilità lavorative e a scegliere il lavoro in base al potenziale impatto sulla loro vita fuori dall’ufficio.

Per una buona parte dei manager è comunque impossibile avere tutto sia dentro che fuori al lavoro, almeno contemporaneamente. Una curiosità: il 78% degli intervistati dichiara che la tecnologia svolge un importante ruolo poiché permette di essere più flessibili con gli orari, mentre l’80% è concorde sul fatto che la flessibilità è estremamente o molto importante.

I vantaggi vengono spiegati da Nellie Borrero, responsabile presso Accenture: «il bilanciamento tra vita privata e lavorativa continua a essere di fondamentale importanza per i dipendenti, e questo diventa estremamente significativo per i datori di lavoro. Le aziende che possono aiutare i loro dipendenti a raggiungere questo obiettivo ottengono in risposta un forte impegno e hanno il vantaggio di attrarre e trattenere persone ad alte performance».

=> Leggi tutto sul family manager, un aiuto per il dirigente in carriera