Sheryl Sandberg e la crociata delle donne manager

di Teresa Barone

scritto il

La campagna promossa dall?AD di Facebook e lanciata da LeanIn e Getty Images contro gli stereotipi femminili obsoleti.

Donne in carriera con smartphone alla mano, lontano anni luce dall’immagine del sesso debole dedito esclusivamente alla cura della famiglia che ha caratterizzato per decenni la maggior parte delle campagne pubblicitarie a livello mondiale.

=> Scopri le migliori aziende rosa del 2014

Contro questo stereotipo obsoleto e non più fedele alla realtà si è schierata Sheryl Sandberg, l’AD di Facebook da sempre paladina delle donne manager e promotrice di un progetto che vede coinvolta l’organizzazione no profit LeanIn in collaborazione con Getty Images.

L’iniziativa si basa sulla creazione di un database di immagini femminili rivisitato in chiave contemporanea, foto di donne che lavorano dedicandosi alle più svariate professioni  e coltivando, allo stesso tempo, una varietà di passioni personali non più prerogativa dell’universo maschile.

Il repertorio prevede una galleria di 2500 immagini tutte in grado di trasmettere un messaggio comune: basta con i cliché femminili antiquati che, ancora oggi, condizionano le scelte delle esponenti del sesso debole anche attraverso le campagne di comunicazione.

Via libera, invece, alle donne soldato, alle creative, alle donne manager in sala riunioni, alle giovani sportive e alle protagoniste del mondo rosa di ogni età e nazionalità impegnate nel lavoro e nel privato. Completano la gallery anche numerosi ritratti di padri dediti alla cura dei figli e della casa.

=> Scopri perché donne e finanza sono un binomio vincente

Parte di proventi derivati dalla vendita delle immagini sarà destinata al finanziamento di borse di studio volte a promuovere l’emancipazione femminile.