Lavoro: stipendi in crescita

di Teresa Barone

scritto il

Retribuzioni in crescita: il report stilato dall?Istat mostra le percentuali di aumento e informa sui rinnovi contrattuali attesi dai lavoratori.

Crescita pari allo 0,1% per le retribuzioni contrattuali orarie nel corso del mese di giugno: lo rivela l’Istat, che sottolinea come si tratti del valore più basso dal 1982 e come l’aumento su base annua sia dell’1,2%.

=> Dirigenti: compensi legati al merito nel 2013

Nonostante queste percentuali, si tratta di una crescita che supera enormemente l’inflazione ferma allo 0,3% annuo, mentre il gap tra gli stipendi e i prezzi è pari allo 0,9% a vantaggio proprio delle retribuzioni.

=> Scopri perché uno stipendio più alto limita lo stress sul lavoro

Secondo l’Istat, inoltre, sono in attesa del rinnovo del contratto più di sei dipendenti su dieci (il 61,4% nel totale) e i tempi di attesa medi dopo la scadenza sono pari a 30,3 mesi (16,5 mesi per i lavoratori del settore privato).

=> Scopri cosa motiva di più tra denaro e passione

Per quanto riguarda i settori caratterizzati da aumenti più sensibili, al primo posto figurano le telecomunicazioni seguite da gomma, plastica e lavorazione/estrazione dei minerali. Nulla di fatto, invece, per il ramo dell’edilizia e i vari comparti della Pubblica Amministrazione.

I Video di PMI

Aliquote IRPEF e scaglioni di reddito