Leader imperfetto, ma autentico

di Teresa Barone

scritto il

L?imperfezione garantisce autenticità, anche per i leader.

La perfezione non esiste, soprattutto perché è impossibile e spesso dannoso cercare di reprimere i sentimenti e gli stati d’animo che rendono insicuri, ingenui, impauriti.

=> Scopri l’identikit del capo perfetto

Un comportamento dettato dall’illusione di essere percepiti infallibili dagli altri, senza rendersi conto che è proprio l’imperfezione a garantire autenticità.

Sulla base di questa teoria è facile immaginare un leader non come una persona più intelligente o più forte, ma come qualcuno che mostra onestà nell’ammettere le sue debolezze e sa circondarsi di collaboratori fedeli e in grado di sostenere gli stessi obiettivi.

Per accettare le proprie imperfezioni è indispensabile evitare i confronti con individui che svolgono il medesimo ruolo: paragonarsi a un altro leader può limitare la capacità di affidarsi alle proprie risorse e capacità, rendendo meno intraprendenti.

=> Scopri perché fa bene passare del tempo con il capo

Se ci si concentra sulla ricerca della perfezione si rischia l’avvilimento, la frustrazione e l’insoddisfazione.  Per questo è importante individuare i propri difetti e cercare di migliorarsi, senza lasciare che le debolezze impediscano di agire al meglio.

I Video di PMI

Quali sono i contenuti migliori per Google?