I requisiti del project manager

di Chiara Basciano

scritto il

Multitasking ma specializzato, ecco il project manager ideale

Uno dei più grossi problemi in area di progettazione è il ritardo. Equivale al fallimento del progetto stesso e all’aumentare dei costi. Per questo un buon project manager deve avere la capacità di costruire un piano perfetto in ogni dettaglio o che comunque possa essere modificato velocemente in caso di necessità.

=> Leggi come si diventa project manager

Secondo Kareem Shamma, CEO del Doha Festival City, il requisito numero uno per un buon project manager è saper anticipare ogni tipo di problematica. Questa capacità però si acquisisce col tempo, infatti solo con l’esperienza si è capaci di capire cosa sta per succedere e si può porre riparo. Certo anche l’intuito non basta, ma per ogni settore ci sono determinate caratteristiche che solo con il tempo di possono capire a fondo.

=> Scopri le competenze del project manager

Altro elemento importante è sapersi circondare delle persone giuste, capaci di seguire le direttive ma anche di dare i giusti suggerimenti, infatti avere il supporto di una visione diversa è sempre molto utile. Molto aiuto deriva anche dalla tecnologia, con il Building Information Modeling (BIM) infatti si può costruire un progetto molto dettagliato.

=> Vai agli strumenti del project management

Infine, secondo Shamma, non bisogna trascurare l’importanza della formazione specifica. Un project manager deve infatti specializzarsi in un determinato settore, solo così ne conoscerà ogni sfaccettatura. Non bisogna infatti pensare che il suo ruolo possa essere trasversale, poiché ogni settore necessita di una progettazione particolare.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari