La mappa del lavoro in Italia

di Teresa Barone

scritto il

IT e telecomunicazioni trainano i rilancio dell?economia nazionale: cresce la richiesta di figure professionali.

Nel corso del 2014 sono aumentate del 35% le offerte lavorative nel settore IT e nelle telecomunicazioni in Italia, dove la tecnologia rappresenta una risorsa occupazionale in continua crescita.

=> Selezione del personale: 10 errori da evitare

A rivelarlo è l’Osservatorio Infojobs con la pubblicazione del “Rapporto annuale sul mercato del lavoro in Italia”, certificato da Nielsen Job Dynamix.

Se il 23,4% delle offerte lavorative diffuse attraverso il sito Infojobs riguarda il comparto IT e il 17,9% le TLC, la percentuale delle opportunità inerenti la vendita si attesta all’11,9%, mentre nella comunicazione e nel Marketing si parla rispettivamente di un 9,8% e 7,5%.

Seguono il settore della formazione e dell’insegnamento (5,9%), i servizi finanziari (3,4%), la consulenza aziendale (3,2%), il turismo e la ristorazione (2,1%), l’editoria (1,5%).

Secondo Giuseppe Bruno, general manager di Infojobs:

«Dal nostro Osservatorio, emergono dati incoraggianti in relazione al mercato del lavoro italiano, che si conferma caratterizzato da un forte dinamismo. Nonostante infatti la congiuntura economica, le offerte di lavoro in Italia nel 2014 sono cresciute del 35% rispetto al 2013, trainate in particolare dai settori tecnologici, che si confermano in testa alla nostra classifica e centrali per il rilancio economico italiano. Ci sono dunque concrete opportunità di ingresso nel mondo del lavoro, con particolare riferimento alle aziende che operano nel segmento informatico e delle telecomunicazioni e, come Infojobs, riconfermiamo il nostro ruolo quale punto di incontro privilegiato tra le aziende Ict e i candidati più adatti a ricoprire le posizioni ricercate.»

 

I Video di PMI