Email di lavoro, croce e delizia

di Teresa Barone

scritto il

A causare stress - soprattutto ai manager -non è tanto il numero di email giornaliere quanto le notifiche automatiche h24.

Se scrivere e ricevere email in orario di lavoro è già una fonte di stress, utilizzare applicazioni che consentono l’invio costante di notifiche rappresenta un vero e proprio pericolo per la salute mentale.

=> Errori comuni quando si usa l’email 

Secondo uno studio portato avanti da un gruppo di psicologi inglesi, nell’ambito del Future Work Centre di Londra, non è tanto il numero di email che si riceve ogni giorno a causare stress quanto il bisogno di controllare compulsivamente la posta elettronica, un’abitudine che può avere conseguenze negative.

Secondo il report, inoltre, sono proprio i manager a mostrare livelli di stress decisamente più elevati rispetto a chi occupa un ruolo non dirigenziale:

« Non siamo in grado di affermare perché questo accada esattamente, attraverso i dati, ma possiamo ipotizzare che la causa può essere determinata dalla combinazione tra le diverse responsabilità dei manager e il volume, la complessità e la priorità delle email che ricevono. È ipotizzabile che i dirigenti ricevano informazioni anche importanti e urgenti tramite email.»

=> Costruire buone relazioni? Basta con le email 

Il continuo flusso di messaggi – nonostante rappresenti uno strumento di comunicazione prezioso – influisce negativamente anche sulla vita privata, oltre che sulle performance professionali.

Sono proprio i ricercatori a suggerire di controllare le email solo la mattina presto e la sera tardi, sforzandosi almeno di disattivare le notifiche automatiche in determinate ore del giorno.

Per approfondimenti: Report del Future Work Centre.

 

I Video di PMI