Manager e professioni digitali

di Teresa Barone

scritto il

Programmatic buying manager e Social media manager: professioni in ambito Web molto ricercate dalle aziende.

Tra le figure manageriali attive nel settore del Web il Programmatic buying manager e il Social media manager sono tra le più ricercate.

=> Social Media Manager per crescere

A rivelarlo è Wyser, società di Gi Group attiva nella selezione di middle e senior management specializzato. Nell’ambito della Social Media Week di Milano sono state passate in rassegna le opportunità professionali che arrivano dal mondo online, in crescita rispetto al passato soprattutto per alcuni ruoli.

Il programmatic buying manager – professione digitale in ascesa – è responsabile della programmazione pubblicitaria ad “audience”, con l’obiettivo di definire un target di riferimento e ottimizzare il budget aziendale.

Il social media manager si occupa, invece, di progettare strategie di marketing mirate a sfruttare i social network per potenziare l’identità del brand e fidelizzare la clientela.

Per quanto riguarda le retribuzioni, i compensi variano tra 35 mila e 120mila euro annui lordi per le figure che hanno maturato più di 10 anni di esperienza. Numerose le opportunità in Lombardia e Piemonte, così come in Emilia Romagna e Lazio. Questo il commento di Carlo Caporale, AD in Italia di Wyser:

«Sul mercato digital nazionale ed internazionale saranno sempre più richiesti profili specializzati nell’elaborazione e nella verifica della qualità dei dati, con una percentuale di distribuzione omogenea su centri media e aziende finali. Quest’ultime, infatti, dall’inizio del 2016 hanno cominciato ad assumere sempre più profili in ambito digital, trasferendo così un know-how che in precedenza era presente solo nei centri media. L’obiettivo è quello di aumentare l’efficacia della profilazione e la mappatura degli utenti soprattutto su mobile, introducendo il concetto di audience multiscreen.»

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti