Stagisti attempati

di Chiara Basciano

scritto il

Scegliere uno stagista avanti con gli anni ha alcuni vantaggi di solito non presi in considerazione.

Reinventarsi in età adulta è una cosa molto difficile, ma vista la situazione sono sempre di più i lavoratori costretti a ripensare le proprie aspettative lavorative. Certamente serve molta umiltà, ma non per questo ci si deve svendere.

=> Scopri l’age management

Una valida alternativa per rimettere piede nel mondo del lavoro è prendere in considerazione un periodo come stagista. Di solito si pensa ad uno stagista come ad una persona giovane che si sta affacciando sul mercato del lavoro, ma non sempre è così e le aziende dovrebbero favorire le opportunità per i lavoratori più attempati.

=> Leggi over 50 e disoccupazione

I vantaggi non mancheranno proprio grazie all’esperienza di un lavoratore che abbia già maturato una certa esperienza. E con questo non si intende solo in campo professionale, perché l’esperienza di vita può servire molto di più. Anche se lo stagista scelto proviene da un altro settore avrà comunque avuto a che fare con realtà diverse, con altri dipendenti, e quindi avrà maggiore esperienza in campo relazionale e di problem solving.

=> Vai alle opportunità per i manager più anziani

Da parte sua uno stagista avanti con gli anni potrà prendere l’esperienza come modo per rimettersi in gioco, senza aspettarsi per questo un’assunzione full time, ma come opportunità per stabilire nuove relazioni professionali e rimanere aggiornato. La flessibilità deve essere una caratteristica essenziale, per permettere allo stagista di non mettere da parte la vita che nel frattempo si è costruito, ciò permetterà anche a lavoratori che vogliano cambiare settore di testare un nuovo terreno. Ne guadagnerà l’azienda acquisendo un talento con esperienza e il lavoratore per il nuovo stimolo che avrà.