La tecnologia che deconcentra

di Teresa Barone

scritto il

Texting, Internet e social media sono una potente fonte di distrazione in ufficio.

Sono tre su quattro i datori di lavoro che dicono di perdere due o più ore di produttività al giorno a causa delle distrazioni dei dipendenti. Un nuovo sondaggio promosso da CareerBuilder mette nero su bianco le principali fonti di improduttività in ufficio, puntando il dito contro l’utilizzo di smartphone e device mobile.

=> Leggi i trucchi dei leader per una maggiore produttività

Cosa distrae i lavoratori? Per il 55% degli HR manager intervistati è questa la principale causa di distrazione e perdita di efficienza, soprattutto per quanto riguarda la scrittura di brevi messaggi di testo.

Anche la navigazione su Internet rappresenta un potenziale pericolo per la produttività, citata dal 41% degli intervistati.

=> Scopri come raddoppiare la produttività in una sola giornata

Tra le fonti di deconcentrazione rientrano anche i social media, menzionati dal 37% degli interpellati, mentre tra le ragioni che creano disattenzione non inerenti la tecnologia figurano le attività di gossip tra colleghi, le pause per prendere un caffè o fumare che si prolungano oltre lo stretto necessario e una gestione degli spazi che non permette di concentrarsi al massimo, tipica degli ambienti open space.