I primi 100 giorni

di Chiara Basciano

scritto il

Come entrare in azienda con il piede giusto.

La possibilità di fare una buona impressione all’inizio del nuovo lavoro è unica. Per questo non bisogna sprecarla. Ma avere a che fare con un nuovo contesto non è sempre facile. Ecco allora qualche consiglio per sfruttare al massimo i primo 100 giorni di un nuovo lavoro.

=> Leggi come affrontare un nuovo lavoro

Prima di tutto bisogna cercare di capire il contesto, imparare obiettivi ed aspettative aziendali e conformarsi ad essi. Così si eviteranno passi falsi. Prima di mettersi in mostra sarà bene imparare ad ascoltare e imparare con modestia e mantenendo un basso profilo. Non bisogna avere fretta di mostrare quanto si vale. In questo modo si coglieranno anche le migliori opportunità di carriera all’interno dell’azienda.

=> Scopri le nuove sfide

Sarà bene dedicarsi ai rapporti con capi, colleghi, dipendenti, a seconda del proprio ruolo. Per farlo bisognerà curare la comunicazione, sia verbale che scritta. In tutto questo non bisogna dimenticare il proprio valore e la propria personalità, in modo da mantenersi fedeli a quello che si è. A volte poi c’è la tendenza a volere tutto e subito, invece bisogna gestire le proprie aspettative, capendo quali sono le reali possibilità di carriera.

=> Vai a sei consigli per un nuovo lavoro

In questa fase di studio è necessario individuare lacune dell’azienda e personali, in modo da capire come muoversi nei mesi successivi. I consigli dati sono utili nel mondo del lavoro in generale ma i primi 100 giorni risultano estremamente delicati e per questo sarà bene seguirli alla lettera.