Basta rinunciare

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Gravidanza e lavoro, conoscere gli aiuti sul lavoro.

I figli sono per molti la gioia della vita, ma per molte donne lavoratrici questo pensiero mette tensione e preouccupazione, ma perchè?

Fringe benefit, si grazie

L’indipendenza economica e la voglia di far carriera non è più un mondo solo per gli uomini, al contrario, le donne si fanno largo tra importanti nomi maschili e prendono sempre più spazio nel mondo del lavoro. Non è più, fortunamente, un tabù parlare di donne e lavoro, ma sembra esserlo se si parla invece di donne, lavoro e gravidanza. Purtroppo le difficoltà sono ancora molte e le aziende non sono preparate a tutelare le mamme e le future mamme. Principalmente si parla dell’assenza di aiuti concreti da parte dell’azienda, poco diffusi ancora in Italia benefit come convenzioni per le baby sitter o gli asili aziendali. Le famiglie però devono affrontare spese sostanziali per accudire il bebè più di 1.000 euro al mese tra baby sitter ed altri aiuti, questo porta a rinunciare all’impiego o alla maternità. Proprio per questo è fondamentale informarsi al meglio sia sulle tutele previste sul lavoro e sia sui benefit presenti. Bisogna infatti ricordare che:

  • fino all’età di otto anni, i genitori possono usufruire, alternativamente, del congedo; 
  • fino a 3 anni di vita, i genitori possono assentarsi in qualsiasi momento, senza limiti di tempo e fino alla completa guarigione;
  • dai 3 agli 8 anni i giorni massimi d’assenza sono 5 all’anno per ogni figlio.

Welfare aziendale: preferenze degli italiani

Infine è importante informarsi tramite la propria azienda sui benifit presenti, per agevolare i lavoratori esistono infatti i voucher per pagare l’asilo, la scuola, i libri di testo o i bonus per baby sitter e badanti, benefit più flessibili che danno la possibilità scegliere in autonomia il percorso migliore per genitori e bambini. Tutto questo inoltre aiuta a non rinunciare ne alla famiglia ne alla carriera, dando la possibilità di vivere al meglio e con tutte le tutele il proprio percorso lavorativo e personale.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!