Agenzia per le imprese: prime sedi in Veneto e Marche

di Barbara Weisz

scritto il

Via libera in Italia alle prime Agenzie per le imprese, che sostituiscono l'ente pubblico come referente delle PMI per le pratiche burocratiche.

Con l’apertura della prima Agenzia per le imprese, che ha ottenuto il via libera del ministero dello Sviluppo Economico e che debutterà con le due sedi di MarcheVeneto – le PMI potranno contare su  pratiche burocratiche più facili e veloci

La struttura è promossa da Confcommercio e ha il preciso obiettivo di aiutare gli imprenditori nei rapporti con la pubblica amministrazione, in quanto abilitata a svolgere attività amministrative in sostituzione dell’ente pubblico (Comuni, Asl, Vigili del Fuoco..) costituendo un canale privilegiato per le pratiche delle imprese.

Le agenzie per le imprese sono previste dalla legge 133 del 2008 (art. 38) e disciplinate dal Regolamento 159 del 2010:

=>Confronta i servizi di sportelli SUAP e Agenzia per imprese

Un aspirante imprenditore per aprire un’attività potrà rivolgersi all’Agenzia per le imprese per depositare la documentazione ed ottenere un attestato per l’avvio immediato e una riduzione di tempi e costi per le procedure. Stesso discorso per trasformare, trasferire o chiudere un’azienda.

=> Leggi anche tutte le nuove misure per le imprese del Ddl semplificazioni

Si tratta di organismi privati, in genere promossi da associazioni imprenditoriali, ma la cui attività può essere svolta solo previa autorizzazione del MiSE e dietro proposta delle Regioni territorialmente competenti.

Il ministro Corrado Passera ha spiegato che «le Agenzie per le imprese possono alleviare molto carico burocratico che grava sulle PMI e ne rallenta la competitività», aggiungendo che si tratta di «uno strumento di semplificazione richiesto da diversi anni».

Soddisfatto il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, per un «importante avanzamento nel processo di snellimento burocratico» che consente «alle imprese di ridurre le risorse da destinare alle pratiche amministrative, recuperando in tal modo una parte non indifferente del gap di competitività che ci separa dagli altri Paesi europei».

=> Leggi quanto pesa la burocrazia sulle PMI

Sara Giannini, assessore alle Attività Produttive della Regione Marche parla di passaggio importantissimo per semplificare la vita alle imprese. Maria Luisa Coppola, assessore allo Sviluppo del Veneto, sottolinea l’importanza dell’efficienza per agevolare le PMI, tema caro nella regione, già avanguardia nell’avvio del primo protocollo sperimentale per la gestione del SUAP.

In effetti, sia il Veneto sia le Marche, prime regioni ad avviare questi organismi, sono regioni a forte vocazione imprenditoriale e ad alta densità di PMI. Si può concludere con una considerazione di carattere sociale, sottolineando il fatto che entrambe le regioni hanno un assessore alle attività produttive donna.