Dichiarazione redditi 2012: proroga per il Modello 770

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Prorogata la scadenza fiscale per il modello 770/2012 Semplificato e Ordinario, per far fronte alle esigenze delle categorie professionali oberate per i numerosi adempimenti fiscali per conto di contribuenti e sostituti d'imposta.

Prorogata al 20 settembre la scadenza fiscale per la presentazione dei modelli 770/2012 Semplificato e Ordinario per la dichiarazione dei per l’anno 2011.

Ad annunciare la firma del Decreto di proroga da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri è stato il Ministero dell’Economia e delle Finanze con il comunicato stampa n° 106.

Per presentare il modello 770/2012 è previsto l’invio telematico. La precedente scadenza fiscale, lo ricordiamo, era stata fissata al 31 luglio 2012.

Proroga Modello 770

La firma al Dpcm di proroga al 20 settembre 2012 da parte del Presidente del Consiglio, Mario Monti, è arrivata su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Vittorio Grilli, a seguito delle forti pressioni esercitata dalle Associazioni di categoria e datoriali.

In questo periodo in fatti sono stati numerosi gli adempimenti fiscali a carico delle categorie professionali abilitate da perfezionare per conto dei contribuenti e dei sostituti d’imposta.

Il differimento dei termini di presentazione dei modelli 770/2012 Semplificato e 770/2012 Ordinario permette di diluirne almeno una parte nel tempo.

Chi deve presentare il 770

Ricordiamo che sono chiamati a presentare il modello 770  i sostituti d’imposta che hanno corrisposto:

  • somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte su redditi di capitale;
  • compensi per avviamento commerciale;
  • contributi a Enti pubblici e privati;
  • riscatti da contratti di assicurazione sulla vita;
  • premi, vincite e altri proventi finanziari, anche se provenienti da partecipazioni a organismi di investimento collettivo in valori mobiliari di diritto estero;
  • utili derivanti da partecipazioni in società di capitali, titoli atipici, indennità di esproprio e redditi diversi.

I soggetti che hanno applicato nel periodo d’imposta di riferimento:

  • l’imposta sostitutiva su interessi, premi e altri frutti delle obbligazioni e titoli similari;
  • l’imposta sostitutiva sui dividendi;
  • l’imposta sostitutiva su ciascuna plusvalenza o altro reddito diverso;
  • l’imposta sostitutiva sul risultato maturato delle gestioni individuali di portafoglio.

I soggetti tenuti agli obblighi di comunicazione per l’opzione per l’imposta sostitutiva e di comunicazione degli utili pagati nel periodo di interesse e i rappresentanti fiscali di un soggetto non residente.