Fatture elettroniche per costi non inerenti?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Denis chiede

Nel caso in cui una società di capitali in contabilità ordinaria riceva una fattura elettronica da un fornitore per un acquisto di beni effettuato da un amministratore della società ma fatturati alla società di cui egli è amministratore, come deve procedere dal punto di vista IVA e contabile? Si deve procedere con registrazione fattura tramite SDI, considerando l’IVA indetraibile ed il costo indeducibile? Oppure è possibile non registrare la fattura?

Barbara Weisz risponde

Temo ci sia un po’ di confusione: mi pare di capire che la società in questione abbia ricevuto una fattura elettronica. Non è chi riceve, ma chi invia una fattura che utilizza il sistema di interscambio, che sostanzialmente fa da postino telematico.

Non è chiaro in che modo sia stata inviata la fattura in questione, ma trattandosi di fattura elettronica è certamente già tracciata. Quali che siano le modalità di registrazione e conservazione previste dall’impresa ricevente, il documento è quindi già stato trasmesso all’Agenzia delle Entrate. E va di conseguenza trattato come tutte le altre fatture, sul fronte della detraibilità IVA e della deduzione dei costi.

Non mi pare sia in alcun modo possibile non registrarla, perché  inviata come fattura elettronica è già registrata.

=> Fatturazione elettronica: gli step per il ciclo attivo

Gli eventuali rapporti fra l’amministratore e la società, e quindi la possibilità o meno di fatturare all’azienda, sono regolate da rapporti interni fra le parti. Per il Fisco, la fattura in questione risulterà addebitata all’impresa ricevente.