Partite IVA: promosso il Regime dei Minimi

di Barbara Weisz

scritto il

Un terzo delle Partite IVA aperte nel 2012 in Italia riguarda autonomi e professionisti in Regime dei Minimi: agevolazioni, tasse ridotte e costi contenuti del regime agevolato convincono i giovani, che nel 2013 possono optare anche per le Srl a un euro.

Promosso il nuovo Regime dei Minimi: nel 2012, un terzo delle Partite IVA (il 28%) aperte nel 2012  in in Italia da autonomi e professionisti ha visto come opzione di scelta il regime fiscale agevolato (dati del Dipartimento delle Finanze).

=>Consulta i dati 2012 sulle Partite IVA in Italia

Il nuovo regime per contribuenti minimi riserva un‘imposta del 5%, che sostituisce Irpef e addizionali regionali, ma per una stretta cerchia di beneficiari rispetto alla formula  precedente la riforma 2012. Introdotto dal Dl 98/2011 (convertito con la legge 111/2011) agevola giovani e lavoratori che hanno perso il lavoro, che decidono di avviare una nuova attività.

I giovani sono stati fra i più numerosi a scegliere il nuovo regime dei minimi: il 70% delle adesioni riguarda autonomi e professionisti con meno di 35 anni.

=> Leggi le istruzioni  per applicare il Regime dei Minimi

Buona parte dei nuovi minimi, un terzo del totale, riguarda il settore delle professioni seguito, a lunga distanza, dal commercio. Quanto alla distribuzione geografica, il 45,3% delle adesioni si è registrato al Nord, il 24,2% al Centro, il 30,5% al Sud e Isole.

Si ricorda che la nuova legge sul regime dei minimi prevede che si possa pagare con l’aliquota agevolata per quattro anni (prolungabile solo dai giovani fino al compimento del 35esimo anno), e ci sono una serie di paletti, fra cui un requisito di fatturato (massimo 30mila euro all’anno).

=> Approfondisci le cause di esclusione dal Regime dei Minimi

Fra le nuove Partite IVA (+ 2,2% rispetto al 2011), spiccano le persone fisiche (+5,76% rispetto al 2012) mentre diminuiscono le nuove società di persone (-10,34%), società di capitali (-5,8%), non residenti (-2,87%), e altre forme giuridiche (-2,44%).

Staremo a vedere quali saranno i trend 2013, che incorporeranno due novità:

  • La Riforma del Lavoro ha irrigidito i paletti per le partite IVA che mascherano rapporti di lavoro subordinato; la legge 92/2012 è in vigore dall’estate 2012 ma la norma si applica da luglio 2013
    (leggi le nuove norme sulle partite IVA)
  • Sono stati introdotti nuovi regimi fiscali agevolati per nuove imprese attivate nel 2012: Srl a un euro, Srl semplificate, start up innovative.

=>Confronta Srl semplificate e Partite IVA in Regime dei Minimi: spese e tasse

I Video di PMI

Regime forfettario: guida ai requisiti