Polizza decennale per immobili in costruzione: nuove regole e modello

di Redazione PMI.it

scritto il

Decreto e schema tipo per la polizza assicurativa decennale sugli immobili in costruzione: chi acquista, può far valere diritti di indennizzo post-vendita.

Ancora un passo in avanti verso l’avvio della polizza decennale per gli immobili in costruzione, una garanzia a tutela dell’acquirente sui vizi dell’opera già prevista dal 2015 e disciplinata da un decreto ad hoc che sarà pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale.

Il decreto contiene in allegato la scheda tecnica, l’attestazione di conformità e uno schema tipo che fa riferimento al contenuto base della polizza assicurativa e che può essere modificato dalle parti.

La normativa, definita dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero dell’Economia, integra il decreto del Ministero della Giustizia pubblicato in GU lo scorso 24 agosto, in materia di rilascio della fideiussione da parte del costruttore.

Fideiussione per immobili in costruzione

La polizza decennale per gli immobili in costruzione, da presentare al momento del rogito, ne prevede la sottoscrizione sia del costruttore sia dell’acquirente.

In presenza di vizi dell’immobile, il nuovo modello standard permette a chi acquista l’immobile di far valere i propri diritti relativamente all’indennizzo. In assenza della polizza, invece, l’acquirente può recedere dal contratto e farsi risarcire attraverso la fideiussione.

La polizza ha effetto dalla data di ultimazione dei lavori e si basa sulla copertura dei danni materiali e diretti all’immobile, comprendendo anche i danni a terzi ed eventuali difetti costruttivi, sia per vizio del suolo sia per difetto della costruzione. Problemi che, in ogni caso, si manifestano successivamente alla stipula del contratto di compravendita o di assegnazione.