Tratto dallo speciale:

Reddito di Cittadinanza: come fare e verificare lo stato della domanda

di Redazione PMI.it

scritto il

Reddito di Cittadinanza, guida alla richiesta: come effettuare la domanda, conoscere e monitorare lo stato di avanzamento della pratica per l'RdC e la PdC.

Il Reddito di Cittadinanza è il sussidio mensile pensato per sostenere le famiglie meno abbienti. La prestazione viene erogata su domanda, previa verifica dei requisiti richiesti dalla normativa vigente. Vediamo dunque, dopo un breve riepilogo delle condizioni di accesso, cosa serve per avere diritto all’RdC e, soprattutto, come sapere se la richiesta di Reddito di Cittadinanza è stata accettata o respinta.

RdC: quali requisiti?

requisiti per ottenere il Reddito di Cittadinanza, confermati per il 2022 dalla  Legge di Bilancio, ai sensi dell’articolo 2 del decreto 4/2019 sono:

  • cittadinanza italiana o UE, permesso di soggiorno di lungo periodo o residenza in Italia da 10 anni;
  • ISEE fino a 9.360 euro;
  • patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, fino a 30mila euro;
  • patrimonio mobiliare fino a 6mila euro a cui si aggiungono 2mila euro per ogni componente successivo al primo, fino a un massimo di 10mila euro, e mille euro per ogni figlio successivo al secondo (in caso di presenza di persone disabili nel nucleo familiare, i valori massimi previsti vengono incrementati di 5.000 euro per ogni componente con disabilità media e di 7.500 euro per ogni componente con disabilità grave o non autosufficiente).

=> Calcolo Reddito di Cittadinanza

Per chi è abilitato al lavoro, l’erogazione del sussidio è subordinato alla sottoscrizione del Patto per il Lavoro. L’RdC viene erogato per 18 mesi ma, dopo sei mesi di fruizione, è previsto un decalage di 5 euro al mese per i soggetti occupabili (sono esclusi i nuclei con minori di tre anni, disabili gravi o non autosufficienti e le famiglie con RdC sotto i 300 euro), o dopo il primo rifiuto di un’offerta congrua.

=> Reddito di Cittadinanza: guida rapida

RdC: come fare domanda?

La domanda di Reddito di Cittadinanza, così come quella di Pensione di Cittadinanza, deve essere presentata in via telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  • il portale web Redditodicittadinanza.gov.it, con autenticazione SPID;
  • il portale INPS (ww.inps.it), con SPID almeno di 2° livello, Carta di identità elettronica 3.0 (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • i servizi offerti dai CAF;
  • gli sportelli di Poste Italiane.

Verifica dei requisiti

Alla domanda, per consentire all’INPS di verificare il possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente, il richiedente deve allegare il modulo pubblicato dall’Istituto, valido sia per il Reddito di Cittadinanza (RdC) che per la Pensione di Cittadinanza (PdC), e deve essere in possesso di un ISEE in corso di validità.

=> Calcolo ISEE online

Quando riceve la domanda di RdC, l’INPS invia al richiedente un messaggio che indica che la domanda di Reddito di Cittadinanza è stata ricevuta e presa in carico.

Nell’elaborare la domanda di RdC, l’INPS verifica i requisiti e quindi comunica l’esito al richiedente via email o SMS al numero di telefono inserito quando si è fatta la richiesta. In caso di esito positivo, il titolare di Reddito di Cittadinanza viene convocato da Poste Italiane per ricevere la Carta RdC. Importante: il numero di protocollo del Reddito di Cittadinanza assegnato è indicato nel primo SMS dell’INPS. In caso di smarrimento è possibile recuperarlo accedendo al sito online INPS nella scheda Lista domande ed esiti della sezione “Reddito di Cittadinanza” o contattando l’Istituto al numero verde 800.666.888.

=> Reddito di Cittadinanza: come chiedere assistenza

Stato della domanda

Solitamente, l’esito della domanda di RdC arriva entro il 15° giorno del mese successivo a quello di presentazione. Per sapere se la domanda è stata lavorata, è in lavorazione e l’esito dell’istanza è possibile monitorare lo stato di avanzamento della richiesta di RdC accedendo al portale Redditodicittadinanza.gov.it o al sito INPS e andare alla sezione Pratiche.

  • In caso di esito negativo ne verrà mostrato il motivo.
  • In caso di esito positivo bisognerà attendere il messaggio che indica che si può andare a ritirare la card RdC (di solito entro una settimana dal messaggio di approvazione del sussidio). Per il rilascio sono necessari un documento di riconoscimento e il codice ricevuto via SMS o email.

=> RdC: come controllare il saldo

Nella stessa sezione è possibile controllare non solo lo stato della domanda ma anche lo stato del beneficio, dal saldo alla scadenza all’eventuale sospensione alla data di pagamento della prossima ricarica.