Tratto dallo speciale:

Pagamenti INPS di febbraio: RdC, Assegno Unico, IRPEF, NASpI

di Redazione PMI.it

scritto il

Tutti i pagamenti INPS in calendario per febbraio: quando vengono pagati PdC, RdC, Assegno Unico temporaneo, Bonus IRPEF, NASpI e pensioni.

Nel mese di febbraio è previso il pagamento da parte dell’INPS della Pensione e del Reddito di Cittadinanza, con termini diversi se si tratta della prima rata o delle successive, della NASpI, delle ultime tranche di Assegno Unico temporaneo e Bonus bebè e, come di consueto, delle pensioni. Vediamo il calendario completo dei pagamenti INPS di febbraio.

Pensioni

Il primo appuntamento con i pagamenti INPS di febbraio, in ordine cronologico, è quello con le pensioni. Il rateo di febbraio 2022 è stato anticipato per coloro che riscuotono la pensione presso Poste Italiane dal 26 gennaio 2022 al 1° febbraio 2022 (data a partire dalla quale ricordiamo che l’accesso agli uffici postali è consentito solo con Green Pass base o rafforzato). Il pagamento è avvenuto con valuta 1° febbraio, sia per i pagamenti accreditati presso Poste Italiane che per i pagamenti presso gli istituti di credito. A fine febbraio verranno con tutta probabilità anticipati i pagamenti delle pensioni riscosse presso gli uffici postali, con riferimento al cedolino pensione di marzo.

NASpI

Il calendario dei pagamenti INPS di febbraio prosegue con la NASpI, l’indennità di disoccupazione per i lavoratori subordinati che hanno perso involontariamente l’occupazione. Il pagamento è atteso per il 10 febbraio 2022. Ricordiamo che la data di pagamento da parte dell’INPS potrebbe differire, essendo legata al giorno in cui è stata presentata la domanda all’Istituto. Per avere maggiori informazioni in merito è possibile consultare il proprio fascicolo previdenziale INPS.

=> Come consultare online i pagamenti INPS

Bonus Bebè

Tra il 10 e il 18 febbraio è previsto il pagamento del Bonus bebè 2022 riferito al mese precedente. Anche in questo caso la data di pagamento potrebbe differire. Per conoscere la data precisa si consiglia di consultare il proprio fascicolo previdenziale sul sito INPS. Ricordiamo che il Bonus Bebè, o Assegno di natalità, è un contributo economico concesso per 12 mensilità alle famiglie per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo che è stato assorbito dall’Assegno Unico Universale per i Figli (AUUF). Tuttavia, anche se il beneficio non è stato prorogato per il 2022, chi ha presentato domanda di Bonus Bebè per i nati, affidati o adottati entro il 31 dicembre 2021, il sussidio verrà erogato fino al termine massimo di 12 mesi.

RdC e PdC

Si prosegue con il pagamento, intorno al 15 febbraio 2022 della prima ricarica del Reddito di Cittadinanza e della Pensione di Cittadinanza per coloro che hanno presentato la domanda (nuova o di rinnovo) entro il mese di gennaio. Per chi invece attende la ricarica della card RdC successiva alla prima, la data di pagamento è attesa per il 27 febbraio. Per ricevere la ricarica di febbraio di PdC e RdC, lo ricordiamo, occorre essere in regola con la presentazione dell’ISEE 2022. Chi non ha presentato l’ISEE entro il 31 gennaio, non riceverà la ricarica della card RdC di febbraio, né le successive, fino a presentazione dell’ISEE aggiornato.

=> Calcolo ISEE online

Assegno unico

In attesa dell’Assegno Unico Universale per i Figli a carico, atteso per marzo 2022, intorno al 27 febbraio verrà erogato agli aventi diritto l’Assegno unico temporaneo. Recentemente, infatti, l’INPS ha chiarito che per le mensilità di gennaio e febbraio 2022 i percettori di RdC e PdC continuano a ricevere l’integrazione di Assegno temporaneo insieme alla ricarica della card. Da marzo si passerà all’Assegno Unico Universale Figli vero e proprio, ma solo previa domanda ex novo (a meno di non essere già percettori RdC, ai quali la procedura è attivata d’ufficio).