Assegni familiari: nuove soglie di reddito e importi ANF

di Alessandra Gualtieri

scritto il

Assegno Nucleo Familiare, pubblicati i livelli reddituali per l'accesso agli ANF dal 1° luglio 2022 al 30 giugno 2023, rivalutazione ISTAT dell'1,9%.

Aggiornati i limiti di reddito per gli Assegni al Nucleo Familiare (ANF): l’INPS ha pubblicato le tabelle reddituali valide per il periodo 1° luglio 2022 – 30 giugno 2023.

I livelli di reddito familiare per il pagamento dell’ANF sono rivalutati annualmente, adeguandosi alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo calcolata dall’ISTAT, pari ad un aumento dell’1,9%.

Tabelle ANF 2022-2023

Dopo l’entrata in vigore dell’Assegno unico e universale per i figli a carico per i nuclei con figli e orfanili, le nuove soglie ANF si applicano esclusivamente i nuclei familiari composti da coniugi, fratelli, sorelle e nipoti. Motivo per cui, la rivalutazione è stata predisposta solo con riferimento alle tabelle 19, 20A, 20B, 21A, 21B, 21C, 21D.

Gli stessi livelli di reddito avranno validità per la determinazione degli importi giornalieri, settimanali, quattordicinali e quindicinali della prestazione. Le tabelle con le soglie di accesso e i corrispondenti importi mensili della prestazione, sono allegati alla Circolare n. 65 del 30 maggio 2022 (Allegato 1).

Quali redditi rilevano per gli ANF

I redditi del nucleo familiare da considerare sono quelli assoggettabili all’IRPEF, al lordo di detrazioni, oneri deducibili e ritenute, prodotti nell’anno solare precedente al 1° luglio di ogni anno.

  • Se la domanda di assegno per il nucleo familiare riguarda periodi compresi nel primo semestre dell’anno, i redditi da considerare sono quelli conseguiti due anni prima;
  • se i periodi sono compresi nel secondo semestre, i redditi da considerare sono quelli dell’anno precedente.