Vodafone: 100 nuove assunzioni entro il 2023

di Redazione PMI.it

scritto il

Vodafone assume 100 professionisti dell’innovazione comprese donne in area STEM, riqualifica il contact center di Roma e incentiva la pensione anticipata.

Vodafone investe nel capitale umano potenziando le competenze innovative dei dipendenti. Grazie all’accordo sottoscritto con l’assistenza dell’Unione Industriali di Roma, il gruppo si impegna da un lato ad attuare un contratto di espansione per i contact center basato sulla rigenerazione delle competenze, dall’altro a promuovere nuove assunzioni in ruoli ad alto contenuto di innovazione.

Sono previste almeno 100 nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato entro marzo 2023, relativamente alle funzioni tecnologiche, commerciali e di staff. Si cercano specialmente profili professionali ad alto contenuto di innovazione per supportare le nuove sfide del business in ambito Intelligenza Artificiale, 5G, Digital Marketing e IoT. Vodafone si impegna a valorizzare le donne con profili STEM, assicurando la presenza di una candidata in shortlist, anche per l’assunzione di profili tech.

=> Isopensione e contratto di espansione a confronto

Il contratto di espansione prevede poi percorsi di upskilling e reskilling per le 1870 persone impiegate nei contact center, soprattutto in ambito Data Analytics e Coding. I programmi di formazione e riqualificazione saranno certificati da Luiss Business School e dureranno 18 mesi, a partire da settembre 2021. È previsto il rilascio di Open Badge che attestano le competenze acquisite. E’ un progetto che si inserisce nel più ampio percorso sostenuto dal Fondo Nuove Competenze di ANPAL e dalla Vodafone Digital Academy.

L’accordo prevede, infine, l’accesso al prepensionamento anticipato a beneficio dei lavoratori che maturano il diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata entro i cinque anni successivi alla risoluzione del rapporto di lavoro, percependo un importo uguale al trattamento di pensione che spetterebbe tenendo conto delle regole vigenti.

L’accordo, frutto di un dialogo costruttivo con i sindacati a testimonianza di un consolidato sistema di relazioni industriali, mette le persone al centro della trasformazione tecnologica investendo nella loro formazione – commenta Ilaria Dalla Riva, direttore Risorse Umane e Organizzazione di Vodafone Italia. Fornire alle persone gli strumenti per rispondere con efficacia alle sfide del futuro, significa investire nella capacità dell’organizzazione di adattarsi al cambiamento e quindi nella sua sostenibilità complessiva.