Tratto dallo speciale:

Indennità 600/1000 euro: esiti online, ricorsi entro agosto

di Redazione PMI.it

scritto il

Online gli esiti INPS delle domande di indennità istituite dal Dl Rilancio per nuovi beneficiari, come fare domanda di riesame per quelle respinte.

Chi non ha ricevuto l‘indennità Covid di 600 euro per aprile e di mille euro per maggio perché, pur presentando domanda, ha ottenuto un esito negativo, può presentare all’INPS istanza di riesame entro il prossimo 30 agosto.

Lo indica l’istituto di previdenza nel Messaggio n. 3088 del 10 agosto, con il quale comunica di aver terminato la gestione delle richieste di bonus inviate dalle nuove categorie di lavoratori ammessi dal dl Rilancio: stagionali non del turismo, intermittenti, autonomi occasionali, venditori a domicilio, lavoratori in somministrazione del turismo e stabilimenti termali, lavoratori dello spettacolo con almeno sette giorni di contribuzione e reddito non superiore a 35mila euro.

Gli esiti di tutte le domande e, per quelli negativi anche le relative motivazioni, sono consultabili nella sezione del sito INPSIndennità 600/1000 euro”, alla voce “Esiti”, sia da parte del patronato con proprie credenziali sia da parte del cittadino dotato di PIN.

Il messaggio INPS fornisce il dettaglio di tutti i codici relativi ai diversi esiti negativi. Ad esempio:

  • ART_COM_NO: La prestazione non può essere riconosciuta poiché il contribuente risulta iscritto alla gestione autonoma degli Artigiani e Commercianti.
  • ATECO: manca il requisito di un rapporto di lavoro nel settore del turismo e degli stabilimenti termali nel periodo tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020.

Non essendo ammesso il ricorso amministrativo contro i provvedimenti di rigetto, l’eventuale contestazione può essere svolta solo attraverso un ricorso giurisdizionale.

E’ comunque consentito proporre un’istanza di riesame, che permetta all’INPS di verificare le risultanze dei controlli automatici ed il rispetto dei requisiti di appartenenza. La domanda di riesame va presentata entro il 30 agosto oppure, per gli esiti che dovessero arrivare successivamente al 10 agosto, entro 20 giorni dalla comunicazione.

L’utente può inviare la documentazione attraverso il link “Esiti”, nella stessa sezione del sito INPS in cui è stata presentata la domanda “Indennità 600/1.000 euro”, grazie ad apposita funzionalità, che provvede ad esporre i motivi di reiezione e consente di allegare i documenti richiesti per il riesame. Oppure utilizzare la casella di posta istituzionale dedicata, denominata riesamebonus600.nomesede@inps.it, istituita per ogni Struttura territoriale INPS.

Per ogni singola categoria di aventi diritto, il messaggio INPS ricorda quali sono i requisiti fondamentali richiesti dalla legge, sui quali si dovrà concentrare il riesame da parte delle strutture territoriali.

I Video di PMI

Decreto Agosto: le misure del pacchetto lavoro