Tratto dallo speciale:

Reddito di cittadinanza boom di domande

di Redazione PMI.it

scritto il

Nei primi due mesi hanno presentato domanda il 70% della platea 2019, Tridico conferma le stime 2019: più domande da Campania e Sicilia, i Caf battono Poste Italiane.

Un milione di domande in due mesi: sono a grandi linee questi i dati relativi all’andamento delle richieste di reddito di cittadinanza. L’INPS ha comunicato il 26 aprile scorso di aver raggiunto quota 946mila 569 domande. Significa un 73% abbondante della platea totale di beneficiari stimata per il 2019. Un risultato che il presidente INPS, Pasquale Tridico, definisce buono e in linea con le attese. L’Istituto di previdenza in pratica conferma la validità del capitolo di spesa previsto dalla manovra, che destina alla misura RdC 7,1 miliardi nel 2019.

=> Reddito di Cittadinanza: guida rapida

RdC: dati INPS

Partiamo dai dati INPS. La Regione da cui sono arrivare più domande di reddito di cittadinanza è la Campania, a quota 160mila 333, seguita dalla Sicilia, con 150mila 590 domande. Si scende intorno alle 80mila domande in Lazio, Puglia e Lombardia. Fanalini di coda, Val d’Aosta Trentino Alto Adige, Molise.

=> Reddito e Pensione di Cittadinanza: istruzioni domanda e compilazione modelli

La stragrande maggioranza delle domande viene presentata attraverso i Caf (oltre 700mila), contro le 220 richieste presentate agli sportelli di Poste Italiane e le 14mila domande ai patronati. Ecco la tabella con tutti i dati INPS:

Quanto alle risorse, le stime contenute nella relazione della legge di Bilancio erano pari a 1,3 milioni di domande. Come detto, nei primi due mesi è stato quindi superato il 70%. Ma Tridico ritiene che l’andamento sia in linea con le attese: «in un anno si può arrivare a 1,2-1,3 milioni di nuclei e quindi a quasi 4 milioni di componenti», restando all’interno dei 7,1 miliardi stanziati dalla manovra.

Infine, gli importi erogati. Secondo i dati INPS, nella metà dei casi il rdc è fra i 300 e i 750 euro al mese, il 71% superano i 300 euro, il 21% supera i 750 euro. Ricordiamo che i contribuenti che percepiscono il rdc possono controllare lo stato della propria domanda e la somma riconosciuta sul sito dell’INPS, accendendo (tramite credenziali) al servizio di consultazione delle domande presentate. Ecco una tabella con i dati INPS sugli importi del rdc in relazione a 472mila domande (quasi la metà del totale):

I Video di PMI

Reddito di cittadinanza: requisiti e sussidio