Contributo 2011 alla Camera di Commercio: le novità 

di Roberto Grementieri

scritto il

Il Ministero dello Sviluppo economico ha comunicato l’ammontare del diritto annuale dovuto per il 2011 – dalle imprese iscritte o annotate nel registro delle imprese – alle Camere di Commercio.

Il diritto annuale va versato in un’unica soluzione utilizzando il modello F24, entro il termine di pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi.

In particolare, il diritto annuale è dovuto:

  • nella misura fissa di Euro 88 per le imprese individuali iscritte o annotate nella sezione speciale del registro delle imprese;
  • nella misura fissa di Euro 200 per le imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria del registro delle imprese;
  • in via transitoria, nella misura fissa di Euro 30 per il soggetti iscritti al REA (Repertorio delle notizie economiche e amministrative) e non tenuti fino al 2010 ad alcun versamento.

Per tutte le altre imprese iscritte nel Registro delle imprese il diritto annuale è determinato, con riferimento alla sede legale, applicando al fatturato dell'esercizio 2010 le misure fisse o le aliquote per scaglioni di fatturato determinate dal decreto stesso.

I Video di PMI

Pensioni: tutti i modi per ritirarsi nel 2020-21