Scribus, un piccolo publisher multipiattaforma

di Agnese Bascià

scritto il

Se disponiamo di Linux come sistema operativo e stiamo cercando un programma che ci consenta di creare un documento impaginato nel migliore dei modi, allora possiamo smettere di cercare e installare Scribus.

Se disponiamo di Ubuntu, l’installazione è facile e veloce: da “Applicazioni | Aggiungi/Rimuovi…”, inseriamo nella riga di ricerca “Scribus” e lanciamo l’installazione con il comodo “Gestore dei pacchetti Synaptic”.

Scribus comunque è disponibile oggi anche per Windows e Mac OSX ed è open source. Questo programma gratuito si comporta un po’ come Microsoft Publisher, con caselle di testo, possibilità di posizionare immagini, didascalie, tabelle, curve di Bezier, poligoni, e persino linee a mano, se si dispone di una tavoletta grafica.

Scribus lavora essenzialmente per layout: possiamo scegliere fra pagina singola, doppia facciata, pieghevoli 3 falde, e pieghevoli 4 falde; possiamo anche scegliere fra sette modelli di legatura e una vasta gamma di font.

Un set di modelli ci aiuterà ad orientarci nella scelta del layout più consono alle nostre esigenze e, fra gli aspetti più rilevanti, possiamo ricordare un’efficace gestione degli script e i vari formati di esportazione del documento.

Trattandosi di un publisher, possiamo esportare i documenti in formato PDF, SVG o altro formato immagine e potremo introdurre all’interno di essi parti di documenti PDF, perché vengono gestiti tranquillamente come citazioni o parti di testo.

Nella pagina dei download del sito sono disponibili altri template e informazioni; non mancano le guide e il wiki.